fbpx

Qual è l’inclinazione ideale per un impianto fotovoltaico?

È ormai noto che per il funzionamento di un impianto fotovoltaico l’angolo e l’inclinazione sono essenziali per il suo rendimento. Che siano sul balcone o sul tetto, la posizione, l’orientamento e l’inclinazione determinano se e quanta energia solare generano i vostri pannelli fotovoltaici.

L’orientamento ottimale degli impianti fotovoltaici

Idealmente l’esposizione del pannello dovrebbe essere verso sud. Ma non fatevi prendere dal panico se la casa non è posizionata in modo ottimale. Con deviazioni minori (da +20° a -20°), la perdita di rendimento è difficilmente misurabile. Con un orientamento a sud-ovest o sud-est, cioè con una deviazione di 45 gradi, sono solo il 5-10%. Anche con un orientamento puramente occidentale o orientale è possibile ottenere un buon rendimento. La riduzione della resa rispetto a un orientamento a sud è del 20%. Tuttavia, tutti questi valori si ottengono solo in assenza di ombreggiatura.

L’ inclinazione ottimale del tetto: 30° o 40°

Si ottiene un rendimento elevato quando i raggi solari colpiscono la cella perpendicolarmente. Poiché la posizione del sole non è costante nel corso della giornata e dell’anno, l’irradiazione ottimale non è mai garantita in modo permanente con i moduli solari montati in modo fisso. Tuttavia, proprio per questo motivo sono stati determinati i valori che producono i maggiori rendimenti nella somma annuale. Infatti per la nostra latitudine l’angolo di inclinazione ottimale è compreso tra 30 e 40 gradi.

Inoltre, le deviazioni di +/-5 gradi non sono rilevanti. Anche una variazione maggiore, di +/-20 gradi, può non rappresentare uno svantaggio, in quanto la riduzione dell’irradiazione rispetto alla resa ottimale, anche in questo caso non supera il 5%.

Angoli di inclinazione e soluzioni non ottimali

In termini di inclinazione la maggior parte dei tetti inclinati è adatta agli impianti fotovoltaici. La perdita di energia solare causata da angoli più bassi o più ripidi non è molto elevata, soprattutto se il tetto è orientato in modo ottimale, ovvero verso sud. Tuttavia, più ci si allontana da un orientamento meridionale, maggiori sono gli effetti negativi.

Contrariamente a ciò che si pensa, su un tetto piano si ha un rendimento non ottimale dei pannelli solari . Sebbene i tetti piani – proprio come gli spazi aperti – offrano il vantaggio di essere sempre rivolti verso il cielo, l’irraggiamento solare diretto risulta poco favorevole. Si può ovviare a questo problema con una sopraelevazione che consenta di inclinare e allineare in modo ottimale l’impianto fotovoltaico. Dopotutto, l’installazione orizzontale è migliore di quella verticale, come nel caso di una facciata. Nell’eventualità di un montaggio verticale i moduli hanno una buona resa solo se vengono installati ad una certa altezza e sono orientati rigorosamente a sud. Perciò se l’angolo di inclinazione e l’orientamento sono corretti, nulla impedisce l’installazione di un impianto fotovoltaico. Solo l’ombra è un “no-go”!

Sintesi delle condizioni di installazione dell’impianto

Fattore Elemento ottimale
Orientamento del tetto Orientamento ottimale: 0° sud
Perdite inferiori al 5% per sud-est e sud-ovest
Perdite di circa il 20% per est e ovest
Inclinazione del tetto Angolo di inclinazione compreso tra 30° e 40°
Ombra Escludere gli oggetti che proiettano ombre
Osservare l’andamento dell’ombra nelle diverse stagioni

Offriamo diverse opzioni di montaggio per i nostri pannelli in modo da permetterti di trovare la soluzione migliore. I pannelli LightMate sono disponibili con supporti metallici, ganci per balconi e guide a parete.

Scopri ora LightMate e porta il sole a casa tua!

Resta in contatto con EET!
Per rimanere aggiornato sui nostri prodotti, iscriviti alla nostra newsletter.

Continuando a utilizzare questo sito web, accetti l’informativa sulla privacy.

Se non sei d’accordo con la nostra normativa sulla privacy, puoi impostarla tu stesso al seguente link.

Negare
Accetta e chiudi